Movimentazione materiale per forgia

GAUSS MAGNETI progetta e costruisce sin dal 1972 speciali elettromagneti  per  bramme, lingotti e  tondoni ,  studiati su misura per le esigenze di razionalizzazione della movimentazione interna ed esterna nelle forge  e  utilizzati principalmente nelle seguenti applicazioni:

  • Movimentazione  interna ed asservimento macchine da taglio (anche per materiali caldi fino a 650°C);
  • Carico e scarico autocarri, vagoni ferroviari o navi;
  • Stoccaggio in magazzini o depositi.

Per la loro costruzione sono particolarmente adatti al lavoro gravoso anche ad elevate temperature grazie al grado di  isolamento termico ed al doppio diaframma che impedisce al calore trasmesso dal carico di surriscaldare l’avvolgimento . Questo conferisce agli elettromagneti un notevole grado di affidabilità.
Particolare cura nella costruzione dell’avvolgimento e l’utilizzo di densità bassissime consentono la movimentazione di  materiali fino a 650°C.
Gli elettromagneti possono essere realizzati anche  in versione con doppia bobina ridondante in modo che se una delle due bobine o il relativo cavo di alimentazione dovesse guastarsi,  la seconda è comunque in grado di trattenere il carico in sicurezza.

I principali vantaggi sono:

  • Il personale addetto alla movimentazione non deve stare in prossimità del carico con elevata temperatura riducendo il rischio di incidenti;
  • Il personale addetto alla movimentazione non deve imbragare il carico aumentando considerevolmente il grado di sicurezza della movimentazione e con la riduzione del costo del personale;
  • Superiore velocità di movimentazione con riduzione dei costi;
  • Migliore sfruttamento delle aree di magazzino con incremento dei volumi disponibili.

Gli elettromagneti sono alimentati:

  • dalla rete per mezzo delle ns. apparecchiature elettroniche con convertitore digitale a quattro quadranti con possibilità di regolazione del flusso magnetico, controeccitazione che consente un più rapido rilascio del carico, controllo della temperatura dell’avvolgimento per mezzo di sonde termiche o relé amperometrici  (utile soprattutto per elettromagneti in versione anticalore);
  • in caso di mancanza di tensione di rete, dalle batterie Pb o Ni-Cd  con sistema di intervento automatico, ripristino automatico  e  costante monitoraggio dello stato di carica delle batterie.

GAUSS MAGNETI ha sviluppato da molti anni la tecnologia elettropermanente, gli elettropermanenti hanno la caratteristica di mantenere la magnetizzazione anche in mancanza di tensione di rete o di rottura del cavo di alimentazione e perciò non necessitano di batterie tampone o di forche di ritenuta meccanica.
La loro peculiarità sta nel fatto che sono  attivati da un impulso di corrente della durata di qualche secondo e mantengono la loro magnetizzazione fino all’invio di un secondo impulso di corrente uguale ma opposto al primo che li disattiva.
Oltre all’indubbio vantaggio in termini di sicurezza nella movimentazione, anche dal punto di vista dell’affidabilità sono raramente soggetti a guasti essendo praticamente esenti da riscaldamento interno per effetto Joule.
L’avvento sul mercato di materiali magnetici con elevate prestazioni ha consentito una riduzione considerevole dei pesi e delle dimensioni degli elettropermanenti a parità di portata.
La GAUSS MAGNETI dispone anche di versioni in grado di lavorare con materiale ad elevate temperature (fino a 600°).

Gli elettropermanenti combinano i vantaggi degli elettromagneti e dei magneti permanenti avendo seguenti vantaggi:

  • Sicurezza: nessun rilascio accidentale del carico a causa della mancanza di tensione di rete o per danni al cavo di alimentazione. Non necessitano né di batterie tampone né di forche meccaniche di sicurezza
  • Prestazioni costanti essendo esenti da riscaldamento per effetto Joule.
  • Manutenzione: ridotta al minimo
  • Ridotto impatto ambientale
Svariate decine di elettromagneti-elettropermanenti per  la movimentazione per forge  sono state realizzate da Gauss e vendute in tutto il mondo

 
alcuni lavori realizzati