alcuni lavori realizzati

 

Tamburi Elettromagnetici TE

I Tamburi Magnetici sono largamente adottati negli impianti di riciclaggio di metalli, WEEE, nel trattamento e valorizzazione di rifiuti, scorie, minerali; legno, vetro ecc. per il recupero d’intrusioni ferromagnetiche di piccole, medie e grosse dimensioni da materiali inerti e non ferrosi, ma sono altresì impiegati per la protezione di impianti in cui la presenza di intrusioni ferromagnetiche possa causare danneggiamenti.

I Tamburi sono costituiti essenzialmente da un gruppo magnetico orientabile, che si estende su 180° circa, posto all'interno di un involucro in acciaio non magnetico, ruotante sull'asse del tamburo.

Come funzionano

Gauss Magneti progetta e produce tamburi che possono lavorare sia per caduta, che per estrazione di materiale.

Le intrusioni ferromagnetiche sono attratte dal campo magnetico statico del tamburo e separate così dal materiale di processo, vengono trattenute sul cilindro amagnetico rotante, finché raggiungono la zona di scarico, posta al di fuori del campo magnetico.

Il materiale di processo, esente da intrusioni ferromagnetiche, prosegue il percorso per inerzia cadendo direttamente in un cassone per lo smaltimento dell’inerte oppure su un nastro trasportatore.

Nei tamburi elettromagnetici TEE il campo induttore (magnetizzante) è generato da bobine di conduttore (alluminio, rame) avvolte intorno ad un nucleo in acciaio a basso tenore di carbonio e ad alta permeabilità magnetica. Questi prodotti inoltre richiedono minima manutenzione.

Alcuni dati

DIAMETRO ESTERNO ø 400-2000 mm
DIMENSIONE DEL MATERIALE TRATTATO 10-300 mm
LARGHEZZA 400 – 3000 mm