Separatori elettromagnetici a nastro SEN

Nel settore del riciclaggio di materiali quali legno, plastica, vetro, metalli ferrosi e non, etc., negli impianti di recupero di scorie e rottami, come negli impianti di selezione di RSU e RAEE, in quelli di frantumazione degli inerti o di macinazione dei minerali, trovano vastissimo impiego i Separatori Elettromagnetici a nastro (SEN) per l'estrazione e il recupero di intrusioni ferromagnetiche presenti nel materiale di processo inerte.

Come funzionano

Queste macchine altrimenti definite overbelt-o-overband sono essenzialmente costituite da un magnete attorno al quale gira un nastro chiamato nastro estrattore. Il magnete attrae il materiale ferroso che viene trasportato dal tappeto in un'apposita zona di scarico.

In base alle esigenze del processo di separazione, possono essere installati, in quota o al suolo, trasversalmente o longitudinalmente al flusso di materiale. La macchina risulterà dunque sospesa al di sopra del materiale da separare in modo che sia possibile regolare sia la distanza tra elettromagnete e nastro trasportatore, sia l'inclinazione del separatore.

Nei separatori elettromagnetici SEN il campo magnetico è generato da bobine (alluminio,rame) avvolte attorno ad un nucleo in acciaio a basso contenuto di carbonio e ad alta permeabilità magnetica.

In molti settori e condizioni di lavoro il separatore elettromagnetico risulta più conveniente per i vantaggi di seguito riportati

  • Campo magnetico attivabile e disattivabile in remoto;
  • Maggiore profondità di campo magnetico.